Chi Siamo > Codice Etico

Codice Etico

22/04/2013
Gli aderenti al Partito Socialista riconoscono nei principi sanciti dalla Carta dei Diritti e dalle Carte sui diritti umani e sulle libertà fondamentali le regole dell’impegno politico a favore del bene comune, della solidarietà e della giustizia sociale. Sostengono la funzione pubblica e la piena autonomia della politica intesa come portatrice degli interessi generali dei cittadini e distante da azioni clientelari e di lottizzazione. Sono convinti che la responsabilità politica comporti il confronto ragionato e il rispondere delle proprie azioni in qualsiasi sede. Favoriscono la trasparenza delle deliberazioni e la partecipazione alla politica attiva. Garantiscono uno stile politico improntato all’onestà, alla sobrietà, ai rapporti umani continuativi e corretti, alla rinuncia di privilegi.
Gli aderenti al Partito Socialista si impegnano a rinunciare o astenersi dall’assumere incarichi o deliberazioni che incidano sul patrimonio personale, della propria famiglia, di parenti o affini, oppure diano luogo ad un conflitto di interesse che condiziona i propri comportamenti; a non appartenere ad associazioni segrete; a svolgere campagne elettorali in modo corretto, con finanziamenti trasparenti e con un rendiconto finale.
I dirigenti con incarichi istituzionali o di partito sono tenuti a comunicare alla Direzione le situazioni personali che possono produrre un conflitto di interessi; che comportino un procedimento penale o la adozione di una misura di prevenzione; che riguardino la proprietà, la partecipazione, la gestione o l’amministrazione di società o di enti che abbiano fine di lucro, gli immobili, sia all’interno che all’estero. Devono assolvere con competenza, rigore e impegno le funzioni ricoperte, senza cumulare incarichi di partito e incarichi istituzionali non elettivi.
I Membri di Governo non possono conferire e neppure favorire il conferimento di incarichi a propri famigliari; non possono avvalersi di consulenze esterne tranne casi di effettiva necessità, con adeguate motivazioni e nella piena trasparenza e rendendo edotto di ciò la segreteria del partito.
Gli aderenti al Partito Socialista sono tenuti a contribuire all’attività del partito con un concorso economico proporzionale alle indennità percepite da coloro che sono eletti o designati nelle istituzioni, e con un versamento fissato per l’adesione annuale; a seguire percorsi decisionali partecipati, trasparenti, motivati, rispettosi del pluralismo di posizioni politiche e culturali esistenti; a favorire il passaggio delle informazioni e a coinvolgere i sostenitori nella vita del partito; a incoraggiare l’impegno volontario di simpatizzanti esterni.
Gli aderenti del Partito Socialista si impegnano a non candidare alle Elezioni coloro che sono stati rinviati a giudizio.
Lo Statuto del Partito Socialista prevede l’organo competente ad accertare e a pronunciarsi in merito alle violazioni del Codice Etico, la procedura da seguire e le sanzioni da adottare.

© Tutti i diritti riservati - Partito Socialista
Via Ventotto Luglio, 218 (Centro Poliedro) - 47893 Borgo Maggiore
TEL. 0549 903403 - 808008 - FAX 0549 807809
info@partitosocialista.sm | Credits